Cosa vuol dire avere un cane nella propria vita…

… vuol dire avere al proprio fianco qualcuno che ti ama incondizionatamente e che ti chiede solo amore!

E’ proprio così, fino a qualche anno fa non capivo e non potevo capire cosa volesse dire vivere con accanto un cane, adesso lo so e mi reputo molto fortunata perché quello che mi da il mio Tobia è unico e nessuno è in grado di darmelo.

Mi segue come un’ombra: quando siamo in casa è sempre nella stanza in cui sono io, se mi capita di stare poco bene si mette nel lettone vicino a me e non vuole neanche scendere per la passeggiata, bisogna forzarlo, ma lui fa di tutto per tornare subito a casa…

Quando siamo fuori, invece è felice di passeggiare con me e lo manifesta cercando il gioco e abbaiando, guardandomi di continuo con gli occhi che gli brillano…

E’ un grande stimolo ad andare avanti e a fare delle scelte a volergli bene…

E’ al mio Tobia e a tutti i cagnoni   che dedico questa bellissima poesia di Pablo Neruda

Ode al cane

Il cane mi domanda
e non rispondo.
Salta, corre pei campi e mi domanda
senza parlare
e i suoi occhi
sono due richieste umide, due fiamme
liquide che interrogano
e io non rispondo,
non rispondo perché
non so, non posso dir nulla.
In campo aperto andiamo
uomo e cane.
Brillano le foglie come
se qualcuno le avesse baciate
a una a una,
sorgono dal suolo tutte le arance
a collocare piccoli planetari
su alberi rotondi
come la notte, e verdi,
e noi, uomo e cane, andiamo
a fiutare il mondo, a scuotere il trifoglio,
nella campagna cilena,
fra le limpide dita di settembre.
Il cane si ferma,
insegue le api,
salta l´acqua trepida,
ascolta lontanissimi latrati,
orina sopra un sasso,
e mi porta la punta del suo muso,
a me, come un regalo.
E´ la sua freschezza affettuosa,
la comunicazione del suo affetto,
e proprio lì mi chiese
con i suoi due occhi,
perché è giorno, perchè verrà la notte,
perchè la primavera
non portò nella sua canestra
nulla
per i cani randagi,
tranne inutili fiori,
fiori, fiori e fiori.
E così m´interroga il cane
e io non rispondo.
Andiamo uomo e cane uniti
dal mattino verde,
dall´incitante solitudine vuota nella quale solo noi
esistiamo,
questa unità fra cane con rugiada
e il poeta del bosco,
perchè non esiste l´uccello nascosto,
ne´ il fiore segreto, ma solo trilli e profumi
per i due compagni:
un mondo inumidito dalle distillazioni della notte,
una galleria verde e poi un gran prato,
una raffica di vento aranciato,
il sussurro delle radici,
la vita che procede,
e l´antica amicizia,
la felicità
d´essere cane e d´essere uomo trasformata
in un solo animale
che cammina muovendo
sei zampe
e una coda
con rugiada.


About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Cosa vuol dire avere un cane nella propria vita…

  1. nelsoncocker ha detto:

    La conoscevo ma è sempre bello rileggerla! :)

  2. ostinatamente ha detto:

    sembra fatta per i nostri compagni. loro danno affetto, amore, comprensione e non chiedono nulla in cambio.sanno farsi amare e basta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...